Cammino della pietra e dell'ulivo

Laboratorio in movimento con Domingo Milella, fotografo e artista visivo Accompagnato da Roberta Fiorito, curatrice di arte contemporanea Dal 29 settembre all'1 ottobre 2017

fino a €130/persona*
Ostuni - Egnazia 29 km 1 - 3 giorni 20 partecipanti

Descrizione

CAMMINO DELLA PIETRA E DELL'ULIVO
Laboratorio in movimento con Domingo Milella, fotografo e artista visivo
Accompagnato da Roberta Fiorito, curatrice di arte contemporanea
Guide Cooperativa Serapia
in collaborazione con il Parco regionale delle Dune Costiere 
in collaborazione con Museo Nazionale di Egnazia G.Andreassi

dal 29 settembre all’1 ottobre 2017

Dal sito archeologico di Santa Maria di Agnano (Ostuni) all’acropoli del Parco archeologico di Egnazia (Fasano) attraverso il Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo e la piana degli oliveti monumentali

INFO
Costi di ospitalità, trasporti e biglietti d’ingresso FINO A 130 Euro* 
Lunghezza percorso 29 km
Durata 3 giorni
20 partecipanti


IL PERCORSO
Dal Sito archeologico di Santa Maria di Agnano (Ostuni) all’Acropoli del Parco archeologico di Egnazia (Fasano), attraversando il Parco delle Dune Costiere e la piana degli olivi monumentali tra Ostuni e Fasano.


LUNGHEZZA INDICATIVA
29 km circa
- I giorno: 9 km / Difficoltà: Facile – percorso con lieve dislivello dalla collina al mare
- II giorno: 11 km / Difficoltà: Facile - percorso pianeggiante
- III giorno: 9 km / Difficoltà: Facile - percorso pianeggiante

RIFERIMENTI VIE TRADIZIONALI E PRINCIPALI LUOGHI

VIA TRAIANA
DOLMEN DI MONTALBANO
CHIESA DI SAN PIETRO IN OTTAVA (MASSERIA OTTAVA GRANDE)
SANTUARIO DELLA MADONNA DI POZZO FACETO – EX OSPIZIO LUNGO LA VIA FRANCIGENA
ULIVI E OLIVETI MONUMENTALI, SECOLARI E MILLENARI
PARCO RUPESTRE DI LAMA D’ANTICO, INSEDIAMENTO MEDIEVALE SCAVATO NELLA ROCCIA
MASSERIA STORICA CON FRANTOIO IPOGEO
ACROPOLI DELLA CITTÀ DI EGNAZIA

 

LABORATORIO IN MOVIMENTO
fotografia, scrittura, disegno, pensiero, collezione di oggetti, silenzio.
I materiali prodotti durante i tre giorni di cammino saranno selezionati e riorganizzati anche in un lavoro comune e pubblicati sull’Atlante del sito web del progetto Culturerranti.


LIVELLO DI DIFFICOLTÀ

Il percorso è di facile percorrenza, con piccoli dislivelli in discesa il primo giorno di cammino. L’itinerario si svolge in buona parte lungo strade brecciate, mulattiere e strade asfaltate a basso traffico veicolare.

ATTREZZATURA CONSIGLIATA
Scarpe da trekking e abbigliamento comodo, zaino leggero, carta, penna, matite, colori, macchina fotografica, acqua.

ATTREZZATURA SCONSIGLIATA
L’uso del cellulare durante il cammino.

 

COSTI
Il progetto Culturerranti, finanziato dal MIBACT nell’ambito del progetto South Cultural Routes, provvederà a tutti i costi organizzativi e culturali.

A carico dei partecipanti sono:

  • 2 notti con colazione inclusa (stanze da 2 persone in su)
  • 3 pranzi al sacco
  • 2 cene
  • trasferimento bagagli nei luoghi di pernottamento
  • trasferimento dei partecipanti dalla fine del percorso al parcheggio auto ad AlbergaBici
  • biglietti di entrata in tutti i luoghi in cui è previsto un costo di accesso

Il valore di questi costi per il cammino è di 130 Euro*

*Il costo della partecipazione senza pernottamento e con i pasti è di 80 Euro.

Se richieste in anticipo possiamo prendere in considerazione ulteriori variazioni come la stanza singola o la rinuncia ad alcuni pasti. Nella descrizione dettagliata è indicata la tipologia di stanze disponibili.

Vi consigliamo di non rinunciare alle cene che saranno comunque un momento di dialogo e condivisione in gruppo dell’esperienza.

ATTENZIONE, l’orario di partenza di sabato 30 è alle 4.00 del mattino

I viaggi da e per i punti di ritrovo sono a carico dei partecipanti.


DESCRIZIONE

Perdersi fra i meandri naturali delle lame costiere e le loro grotte, fra le coltivazioni di olivi e le piccolissime borgate nascoste nel paesaggio, scendendo fino alle paludi e alle dune della costa adriatica.

Un percorso naturale che nasconde un importante paesaggio umano. Un viaggio NEL TEMPO dalla preistoria alla storia che inizia 25.000 anni fa con le sepolture rituali di Santa Maria di Agnano e termina sull’acropoli di Egnazia, antica città abitata dall’età del Bronzo al Medioevo.

Domingo Milella ci guiderà in questa esperienza proponendo lungo il percorso soste e modalità di esercizio dell’ascolto e dello sguardo, stimolando riflessioni e discussioni, guidandoci alla ricerca di una predisposizione personale al racconto poetico attraverso l’immagine, il testo, lo scarabocchio, il disegno, o magari il silenzio; senza alcuna dittatura dell'uno o dell'altro, lasciando liberi i partecipanti di poter attingere a qualsiasi mezzo espressivo come traccia e modalità di racconto di questo cammino condiviso.

 

“DALLA PIETRA ALL’ULIVO
AL CONTRARIO NEL TEMPO: dalle sepolture preistoriche alle mura della città...

In un’epoca dove tutto il sapore ed il sapere corrispondono al rumore, alla luce e alla velocità, concedersi l’occasione di fermarsi assume un altro significato.

Camminare rispetto alla velocità del nostro presente è fermarsi in ascolto, sudare e sentire il battito del proprio cuore, camminare dunque per me è ascoltare con il corpo, non certo guardare solo o visitare solo, ma dovremmo concederci questa chance di “sentire”, dove anche questa parola è fuori moda, rispetto al dominio retinico e alla dittatura dello sguardo, ha senso ciò che sentiamo.

Scordate il telefonino, le facili fotografie, la chat, il navigatore ed entrate nel territorio «LA MAPPA NON È IL TERRITORIO» diceva Gregory Bateson. Le immagini, la scrittura, gli oggetti, le parole, sono solo conseguenze di questo scarto fra mappa e territorio.”

“Una pratica dell’attenzione e del tempo.

Per me il cammino, come l’immagine sono occasione di collante, tra visibile e invisibile, l’ideale sarebbe camminare la notte camminare ad occhi chiusi, anzi dovremmo imparare a camminare al contrario; farlo in quelle ore liminali, di passaggio, tra notte e giorno, tra veglia e sonno, tra sogno e presente.

Questa terra che camminiamo, siamo noi, e la memoria impressa nelle sue pietre, nei suoi ulivi, nei suoi alberi siamo noi, ma da qualche tempo da quando abbiamo cominciato a comportarci da padroni, abbiamo scordato di esser ospiti del mondo naturale, che abbiamo tanto professato di amare…”

Domingo Milella

 

 

in collaborazione con

F.project Scuola di Fotografia e Cinematografia.
Parco Regionale Dune Costiere Torre Canne Torre S. Leonardo
MIBACT, Museo archeologico nazionale di Egnazia

Polo Museale della Puglia

 

 

Biografie

Domingo Milella

Domingo Milella è nato a Bari. A 18 anni si trasferisce a New York, dove studia fotografia alla School of Visual Arts sotto la guida di Stephen Shore. Thomas Struth è stato suo mentore e ha profondamente influenzato il suo lavoro. Attualmente vive fra Bari e Londra. I suoi lavori sono stati esposti alla galleria Brancolini Grimaldi (Londra), Tracy Williams (New York), al Foam Museum di Amsterdam, alla 54°Biennale di Venezia e ai Rencontres della fotografia di Arles. Ha curato la mostra Tempo al Tempo a Roman Road, Londra 2016. Nel 2017 i suoi lavori sono visibili al pubblico presso la Margulies Collection a Miami, e Borusan Contemporary, Istanbul.

 

Roberta Fiorito
Curatrice di arte contemporanea e fotografia specializzata nella realizzazione di interventi site-specific e nella ricerca di pratiche innovative nell’ambito della fruizione artistica. Il suo interesse spazia dai linguaggi visivi e plastici all’editoria indipendente e in particolare all’immagine contemporanea, ambito della sua specializzazione artistica.

 

“F.project – scuola di fotografia e cinematografia”

L’Associazione nasce a Bari nel 2013 e si configura come un centro culturale che si occupa di fotografia e immagine. L’obiettivo del centro è quello di animare un dibattito e una riflessione fertile e attiva intorno alla fotografia in relazione alla società, così come per promuovere una ricerca e un’indagine critica sul territorio in cui opera. Le diverse attività che animano la programmazione annuale dell'associazione oltre alla formazione, cuore del centro, prevedono mostre, talk, residenze artistiche, laboratori di ricerca che nascono in collaborazione con il collettivo e con artisti, fotografi, curatori di rilievo nazionale ed internazionale.

Breve galleria del lavoro fotografico di Domingo Milella

Il percorso

Dal Sito archeologico di Agnano (Ostuni) all’Acropoli del Parco archeologico di Egnazia (Fasano), percorrendo il Parco delle Dune costiere.

Venerdì 29 settembre

Da SANTA MARIA DI AGNANO
a MONTALBANO di FASANO (Albergabici) 
km 9 circa

ore 11.00

arrivo in auto e raduno dei partecipanti presso AlbergaBici (parcheggio auto per tre giorni). Trasferimento in navetta da AlbergaBici a parco Archeologico di Santa Maria di Agnano.

Visita al Parco e inizio cammino a piedi. Pranzo al sacco. Il cammino prosegue lungo antichi tratturi alle pendici della Murgia ostunese, tra oliveti monumentali, alberi di sughero monumentali e rigogliosa macchia mediterranea fino a Montalbano di Fasano e all’AlbergaBici – ex Casa Cantoniera ANAS e attuale Centro Visite del Parco Regionale delle Dune Costiere. Cena a buffet. In serata Domingo Milella presenta il suo lavoro.

Cena presso AlbergaBici. Pernottamento presso Antica Masseria Carparelli e Masseria De Michele a Montalbano.

Sabato 30 settembre

Da MONTALBANO di FASANO a TORRE CANNE, lungo la Via Traiana e nel Parco delle Dune Costiere
km 11 circa

ore 3.30
Colazione presso l’AlbergaBici.

ore 4.00

inizio cammino. A piedi fino a Torre Canne lungo la Via Traiana e immersi negli oliveti monumentali della piana tra Ostuni e Fasano

(prevista pausa al mattino)

Pranzo a sacco lungo il cammino. Si raggiungeranno il dolmen di Montalbano, la chiesa di San Pietro in Ottava, l’ospizio di Pozzo Faceto lungo l’antica Via Traiana, percorsa in periodo romano per condurre merci, persone e bestiame da e verso Oriente, e in periodo medievale da pellegrini, crociati e commercianti per imbarcarsi dai porti di Brindisi e Otranto. Arrivo previsto per il primo pomeriggio in struttura ospitante (Opera Don Guanella, stanze da singole a triple) a Torre Canne.

(il trasferimento bagagli dall’AlbergaBici all’Opera Don Guanella è a cura dell’organizzazione del Parco Dune Costiere/Cooperativa Serapia).

 

Domenica 1 ottobre

Da TORRE CANNE al PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA,
passando per il Parco Rupestre di Lama D’Antico

km 9 circa

 

ore 8.30
Colazione presso la struttura ospitante.

ore 9.30
A piedi fino ad Egnazia, passando per Masseria Cerasina e per il Parco Rupestre di Lama D’Antico. Esplorazione del frantoio ipogeo di Masseria Cerasina e visita guidata al Parco Rupestre di Lama D’Antico ed infine all’acropoli di Egnazia al tramonto.
Pranzo al sacco durante il cammino.

ore 16.00
Arrivo a Egnazia

ore 16.15
MUSEO di Egnazia. Presentazione aperta al pubblico nel Museo Nazionale Archeologico dei materiali e contenuti elaborati nel corso del cammino.

ore 18.00
Finale collettivo TRAMONTO sull'Acropoli di Egnazia
Trasferimento dei partecipanti dalla fine del percorso al parcheggio auto a AlbergaBici.

Iscriviti

L'iscrizione è gratuita. Compila il form in basso per iscriverti al cammino. Solo per chi intende pernottare è necessario versare un acconto di 35€. Verrete contattati per le condizioni del versamento.

Foto di copertina: 
© Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo

Comments are closed.