Cammino del sacro e del magico

Laboratorio in movimento con Lorenzo Pavolini, scrittore accompagnato da Mauro Marino, Fondo Verri, Lecce dal 6 all’8 ottobre 2017

max €140/persona*
Galatina - Copertino 20 km 1 - 3 giorni 20 partecipanti

Descrizione

CAMMINO DEL SACRO E DEL MAGICO
Un viaggio alla ricerca del racconto fra immagini sacre, santi popolari e riti della Taranta. L’arte nel viaggio ispirata al lavoro di Cesare Brandi.
Laboratorio in movimento con Lorenzo Pavolini, scrittore
Accompagnato da Mauro Marino, Fondo Verri, Lecce
Guide sul territorio a cura di Legambiente Puglia

Dal 6 all’8 ottobre 2017

Da Galatina, la cappella di San Paolo, il pozzo miracoloso e la Basilica di Santa Caterina di Alessandria, a Copertino, luogo di vita del Santo Giuseppe da Copertino

 

INFO
Costi di ospitalità, trasporti e biglietti d’ingresso FINO A 140 Euro*
Lunghezza percorso 20 km
Durata 3 giorni
20 partecipanti

 

IL PERCORSO
Da Galatina, con la cappella di San Paolo, il pozzo miracoloso, i riti della Taranta e la Basilica di Santa Caterina di Alessandria, a Copertino, al Santuario di Santa Maria della Grottella.

 

LUNGHEZZA INDICATIVA: 20 KM

  • I giorno: percorso urbano 3 km circa / Difficoltà: Facile – nessun dislivello
  • II giorno: 11 km / Difficoltà: Medio – nessun dislivello
  • III giorno: percorso urbano 6 km / Difficoltà: Facile – nessun dislivello

 

RIFERIMENTI VIE TRADIZIONALI E PRINCIPALI LUOGHI
GALATINA, CAPPELLA DI SAN PAOLO E POZZO MIRACOLOSO
GALATINA, SANTA CATERINA DI ALESSANDRIA
MASSERIE FORTIFICATE TRA NARDO’ E COPERTINO
COPERTINO, CENTRO STORICO
COPERTINO, SANTA MARIA DELLA GROTTELLA

 

LABORATORIO IN MOVIMENTO
scrittura, lettura, dialogo

I materiali prodotti durante i tre giorni di cammino saranno selezionati e riorganizzati anche in un lavoro comune e pubblicati sull’Atlante del sito web del progetto Culturerranti.

 

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ
Il percorso è di facile percorrenza, il primo e il terzo giorno sono percorsi urbani. Il secondo giorno si attraverserà la campagna da Nardò a Copertino con una lieve salita alla fine.

 

ATTREZZATURA CONSIGLIATA
Scarpe comode primo e terzo giorno, scarpe da trekking il secondo giorno. Abbigliamento comodo, zaino leggero, carta, penna, matite, colori, macchina fotografica, acqua.

ATTREZZATURA SCONSIGLIATA
L’uso del cellulare durante il cammino.

 

COSTI

L'iscrizione al cammino è gratuita. Il progetto Culturerranti, finanziato dal MIBACT nell’ambito del progetto South Cultural Routes, provvederà a tutti i costi organizzativi e culturali.

A carico dei partecipanti, se vorranno usufruirne e prenotandoli in anticipo:

  • fino a 2 notti con colazione inclusa (stanze da 2 persone in su) in B&B
  • fino a 3 pranzi al sacco
  • fino 2 cene

 

La spesa complessiva per tutto il cammino e con tutte le opzioni è di 140 Euro

Se richieste in anticipo potremo prendere in considerazione necessità come la stanza singola o specifici regimi alimentari. Nella descrizione dettagliata è indicata la tipologia di stanze disponibili.

Vi consigliamo di non rinunciare alle cene che saranno comunque un momento di dialogo e condivisione in gruppo dell’esperienza.
I viaggi da e per i punti di ritrovo sono a carico dei partecipanti.

  

DESCRIZIONE

L’ARTE E LA MAGIA,
Tra Galatina e Copertino si delinea un microcosmo in cui la spiritualità si manifesta in forme estremamente diverse, dagli affreschi e le architetture della basilica di Santa Caterina di Alessandria, alle storie della Taranta riscoperte da Ernesto De Martino fino alla vita e i miracoli di un santo “fuori norma” e popolare come San Giuseppe da Copertino, a cui sono ispirati un film e alcuni lavori teatrali. Un mondo da esplorare direttamente e attraverso il lavoro di altri artisti e studiosi.

Lorenzo Pavolini ci guiderà lungo un cammino culturale, alla ricerca di testimonianze, luoghi, immagini, come appunti di un possibile lavoro letterario ispirato alla scrittura dello storico dell’arte Cesare Brandi che ha a più riprese “camminato” per la Puglia e ha lasciato di questo passaggio traccia nel bellissimo volume “Pellegrino di Puglia”.

Una ricerca collettiva per sperimentare altri modi per raccontare la terra salentina, la sua arte perennemente in bilico tra spiritualità e dimensione popolare.

 

SI VEDE SOLO QUEL CHE SI VUOL VEDERE

“Si vede solo quel che si vuole vedere, come si trova solo quel che si cerca”, scrive Cesare Brandi nell'introduzione al suo Pellegrino di Puglia. Lo storico dell’arte, negli anni Cinquanta, si prepara all’esplorazione passando per prima cosa in rassegna i resoconti dei viaggiatori del passato, da Orazio a Gregorovius: "La cosa che sorprende di più … è il fatto che non si imbattessero mai nei grandi avanzi megalitici della Puglia... sembra impossibile che non si accorgessero di menhir e di dolmen, se i menhir si chiamano ancora oggi pietrefitte in Puglia... neppure dei trulli vi è parola. E non dovevano essere meno curiosi ed eccezionali allora di ora. Ma tant'è, si vede solo quel che si vuole vedere, come si trova solo quel che si cerca. Di qui la riconoscenza per gli scopritori che trovano quel che non cercano, come quello che ha scoperto la penicillina, o come Colombo che scoprì l'America."

E noi oggi cosa vogliamo vedere in Salento? Se dovessimo raccontarlo in un reportage come mettiamo alla prova le nostre ipotesi di lavoro già costituite? Possiamo guardare ancora nell’ombra che De Martino vedeva stendersi sulla civiltà occidentale per la chiusura al magismo? Riusciamo ancora, con Carmelo Bene, a guardare alla figura di San Giuseppe da Copertino – il frate asino che vola perché si svuota di pensiero – per sovvertire gli stereotipi di certo meridione?

L. Pavolini

 

in collaborazione con
Fondo Verri, Lecce
Legambiente Puglia

Biografie

Lorenzo Pavolini
Scrittore e redattore della rivista “Nuovi Argomenti”, ha pubblicato numerosi romanzi fra cui, “Senza rivoluzione” (Giunti 1997, premio Grinzane Cavour esordiente), “Essere pronto” (peQuod, 2005), “Accanto alla tigre” (Fandango, 2010, finalista Premio Strega, vincitore del Premio Mondello e del Biografilm Books Award) e il più recente “Si sente in fondo? Avventure dell'ascolto” sull’esperienza della radio. Lavora a Radio3 Rai, dove cura diversi progetti tra radiodocumentari (Centolire, 1998-2003), radiodrammi, radionovelas (Sala Giochi, 2001) e trasmissioni come Zazà e Ad alta voce. Per Radio3 è stato inoltre autore del documentario Ninnananna di Natale, vincitore nel 2003 del Grand Prix de la Radio URTI. La sua esperienza tocca anche la musica (fondatore dell’associazione dell’Orchestra di Piazza Vittorio) e il teatro, anche attraverso scritti critici comparsi su libri e riviste.

 

Mauro Marino
Operatore Culturale ha fondato nel 1993 a Lecce il Laboratorio Santa Maria del Paradiso, oggi Associazione Culturale Fondo Verri, Presìdio del libro di Lecce. E’ curatore editoriale, giornalista e critico nelle pagine di cultura di varie riviste, testate giornalistiche e pubblicazioni. È stato direttore responsabile del quotidiano Il Paese Nuovo, ed è attualmente direttore del periodico L’Osservatore in Cammino. Dal 2000 cura laboratori e progetti editoriali finalizzati alla prevenzione sanitaria in collaborazione con Centro per la Cura e la Ricerca sui Disturbi Alimentari del DSM ASL di Lecce, Dipartimento di Dipendenze Patologiche della Asl di Lecce.

 

Fondo Verri
L'Associazione Culturale Fondo Verri opera a Lecce e nel Salento dal 1993, creata e diretta da Mauro Marino e Piero Rapanà. Uno spazio di cultura, luogo di incontro e teatro dedicato al poeta Antonio Verri. Luogo di riferimento per numerosi artisti del teatro, della musica e della letteratura che trovano sostegno alla loro ricerca, allo studio e alla produzione.

Il Fondo Verri è dal 2002 Presìdio del Libro, e sviluppa progetti interdisciplinari e di diffusione della lettura in connessione con temi sociali e antropologici.

Gallery

Il percorso

Dalla Basilica di Santa Caterina di Alessandria, e attraverso le campagne ricche di masserie storiche abbandonate, a Galatina al Santuario della Grottella, luogo di vita del Santo Giuseppe da Copertino

Venerdì 6 ottobre

ore 13.30

Appuntamento al Castello di Copertino in corrispondenza del B&B Casa a Corte, piazza Castello lato via Amendola. Coordinate: 40.273601, 18.045187

Parcheggio auto per tre giorni.

Presentazioni, pranzo al sacco e trasferimento a Galatina.

ore 15.00

Esplorazione della cappella di San Paolo e del pozzo miracoloso: ci accompagneranno il Prof. Maurizio Nocera, conoscitore del lavoro di Ernesto De Martino e autore di numerose pubblicazioni sul tarantismo e la Trance (Il morso del ragno. Alle origini del tarantismo) e il Prof. Luigi Mangia.

Visita alla Basilica di Santa Caterina di Alessandria (e eventualmente Chiesa dei Battenti): ci accompagnerà l’esperta Angela Beccarisi. Concluderemo la visita nel palazzo della Cultura di Galatina, ospiti del gallerista Gigi Rigliaco dove potremo assistere alla proiezione del film “La Taranta” di Gianfranco Mingozzi e del corto “Notturno stenopeico” di Carlo Michele Schirinzi.

Cena e pernottamento a Galatina a B&B Il Torrino, SP18, 33 Galatina (stanze matrimoniali per una o due persone).

Sabato 7 ottobre

ore 8.00

Colazione e partenza.

ore 9.00

A piedi fino alla stazione di Galatina (500 mt).

ore 9.22

trasferimento in treno a Nardò (cambio treno e arrivo alle 9.44 alla stazione di Nardò città)

Inizio del cammino verso Copertino, esplorazione del paesaggio agricolo e di numerose masserie fortificate. Pranzo al sacco. Passeremo da: Chiesa Rupestre di Sant’Antonio Abate, Masseria Ogliastra, Masseria Garzuto, Masseria Cambrò, Masseria La Torre.

Nel corso del cammino potremo proporre la lettura di brani da “Pellegrino di Puglia” di Cesare Brandi e “Guida all’Architettura contadina del Salento” di Antonio Costantini oltre a riflessioni sul raccontare questa terra.

Arrivo a Copertino, cena e pernottamento in B&B

Domenica 8 ottobre

ore 9.00

Copertino, esplorazione del centro storico e dei luoghi dedicati al culto di San Giuseppe da Copertino. Incontro con Fabrizio Pugliese (autore e interprete di “Per Obbedienza” spettacolo su San Giuseppe da Copertino) e con Luigi Del Prete (esperto di Luoghi di Storie e di Tradizioni).

ore 15.00
Fine del cammino

 

ore 18.30 LECCE, Fondo Verri

Incontro aperto al pubblico

Cesare Brandi, del camminare, del guardare, dello scrivere

con Lorenzo Pavolini
Organizzato da Fondo Verri

Via Santa Maria del Paradiso, 8.A (vicino Porta Rudiae)

Iscriviti

L'iscrizione è gratuita. Compila il form in basso per iscriverti al cammino. Solo per chi intende pernottare è necessario versare un acconto di 35€. Verrete contattati per le condizioni del versamento.

Comments are closed.